Prato: aggredisce operatori e poliziotti nel centro di accoglienza, arrestato ‘richiedente asilo’

Il 22 gennaio equipaggi delle Volanti venivano inviati presso la struttura sociale per migranti sita in via Roma, su richiesta di alcuni suoi operatori sociali che riferivano di essere stati aggrediti da un migrante ospite della struttura. Lo comunica una nota della Polizia di Stato

Sul posto gli Agenti, rintracciato il soggetto ancora in evidente stato di escandescenza, provavano senza successo a calmarlo, con lo straniero che, solo successivamente identificato per un trentenne nigeriano domiciliato a Prato presso la predetta struttura, regolarmente soggiornante in quanto richiedente protezione internazionale, aggrediva con estrema violenza anche gli Agenti, i quali si vedevano costretti a contenerlo, mettendolo in sicurezza, nonostante avesse morso anche la mano di uno di loro.

Appreso che le ragioni del comportamento del nigeriano, non nuovo a condotte violente, erano da ricondursi al suo non voler assolutamente rispettare l’inevitabile iter amministrativo previsto per il suo richiesto ritorno al proprio paese d’origine, l’extracomunitario è stato condotto in Questura, dove veniva definitivamente tratto in arresto per i reati di resistenza e lesioni a P.U., venendo poi fatto assistere da personale sanitario del 118 che gli praticava l’assistenza del caso, mentre due degli Agenti intervenuti sono stati costretti a ricorrere a cure mediche per contusioni e distorsioni patite alle mani, con prognosi di guarigione di tre giorni ciascuno.

Condividi