SeaWatch: migrante si getta in mare, recuperato con ciambella di salvaggio

I 14 giorni passati in mare stanno cominciando ad irritare i clandestini prelevati dalla nave della Ong Sea Watch. Oggi, come riporta Repubblica, uno di loro si è gettato in mare, con l’intenzione – a quanto si dice – di raggiungere a nuoto la terraferma. L’uomo però, ha subito desistito ed è stato recuperato con una ciambella di salvaggio.

Uno dei 32 naufraghi clandestini a bordo di SeaWatch si è gettato in acqua cercando di raggiungere Malta”. E’ quanto si legge sull’account Twitter dell’ong tedesca che il 22 dicembre scorso ha tratto in salvo i migranti e da allora è in attesa di una decisione europea sul porto dove farli sbarcare.

“Non ce l’avrebbe fatta sicuramente per via delle correnti gelide attorno all’isola”, riporta Repubblica. Attualmente le persone a bordo della nave sono divise in tre gruppi (anglofono, francofono e arabo) e passano la gran parte del tempo sul ponte. La portavoce Mina Andreeva ha fatto sapere che “la Commissione continua i suoi intensi contatti con gli Stati membri disponibili a trovare una soluzione sullo sbarco rapido delle persone a bordo della Sea Watch 3 e Sea Eye.”

Condividi