Bologna, 93enne uccide la moglie malata di Alzheimer e si toglie la vita

Un uomo di 93 anni avrebbe ucciso la moglie 91enne, gravemente malata, poi si è buttato dalla finestra al terzo piano. E’ successo intorno alle 6.30 a Bologna, zona stadio. L’anziano avrebbe lasciato un biglietto in cui chiede scusa alla figlia per il gesto. E’ precipitato su un marciapiede, davanti all’ingresso di un supermercato.

Sarà l’autopsia a chiarire in che modo sia stata uccisa la donna, da tempo malata di Alzheimer. Le ipotesi sono che sia stata strangolata oppure colpita con un oggetto contundente, al momento non ritrovato, visti alcuni segni sulla parte alta del corpo.

In casa è stato trovato un biglietto, in cui l’uomo chiede perdono per il gesto, alla base del quale ci sarebbe la disperazione per non essere più in grado di accudire la moglie malata.

Condividi