Comunisti contro il sindaco di Cascina: “nelle foibe ci mettiamo pure voi”

Unica ossessione: uccidere. Livorno, apre la sede della Lega ed i sedicenti “antifascisti” livornesi impazziscono. I finti pacifisti di Potere al popolo e dei centri sociali hanno minacciato il sindaco di Cascina, la leghista Susanna Ceccardi, durante una manifestazione a Livorno. I compagni hanno urlato: “Pure voi, pure, nelle foibe ci mettiamo pure voi” durante il corteo e poi sono stati imbrattati anche i muri della città con scritte sgrammaticate come: “Legga fuori legge”.

Condividi