Pd, Letta: “Attonito per le liste elettorali, incredibile corsa verso lʼabisso”

Sulle liste elettorali del Pd e le polemiche su Renzi, l’ex premier Enrico Letta non usa giri di parole. “Sono attonito per quel che è accaduto. Sia per il merito che per il metodo: durante questo fine settimana si è consumata una vicenda dai contorni tragici”. “Nel rapporto con l’opinione pubblica – sottolinea Letta – questa vicenda si traduce in un altro insperato e immeritato regalo a Berlusconi e ai Cinque Stelle. Una incredibile corsa verso l’abisso”.

Sulle possibili conseguenze sul futuro del Pd, spiega a La Stampa: “Leggo i sondaggi e non soltanto per quelli, sono preoccupato”.

Polemiche sulle liste – Gianni Cuperlo, che ha rinunciato a un collegio sicuro, dice che “il pluralismo di un partito passa dall’autonomia delle minoranze” e che in direzione, invece “s’è solo letta una lista”. Polemici anche gli orlandiani. La loro area è stata bistrattata: si calcola che passeranno da circa 30 senatori uscenti, ad averne tra i 3 e i 5 eleggibili.

Lo stesso Renzi a Domenica Live ha negato di aver candidato soltanto i suoi fedelissimi, portando ad esempio il nome del medico Paolo Siani, “che non viene dal Pd, viene dalla lotta alla camorra”. tgcom24.mediaset.it

Condividi