Reggio Emilia, i migranti sfilano legati “contro la nuova schiavitù”

REGGIO EMILIA. Al grido di «noi non siamo in vendita», accompagnati dal suono di fischietti e musica, un centinaio di persone ha sfilato da piazzale Marconi fino a piazza Martiri del 7 Luglio. Si tratta dei manifestanti che, in occasione della Giornata mondiale dei diritti umani, hanno partecipato all’iniziativa organizzata ieri pomeriggio dal gruppo reggiano di “Arte migrante”, impegnato in via Turri per favorire l’integrazione fra culture e conoscere l’esperienza dei richiedenti asilo.

Condividi