40 euro al mese per un solo anno, lo chiamano “bonus bebé”

Culle vuote. Dopo l’allarme dell’ Istat: continua il calo delle nascite: in un anno 12 mila bambini in meno il cosiddetto bonus bebè verrà dimezzato a 40 euro a partire dal 2019. Il bonus verrà corrisposto soltanto per il primo anno di età del bambino e non più fino al terzo anno. E’ quanto prevede un emendamento alla manovra riformulato dai relatori che dovrebbe essere approvato nel pomeriggio dalla commissione Bilancio. La proposta di modifica, a quanto si apprende, potrebbe ancora subire qualche modifica.

Dal 2019 l’importo annuo è di 480 euro erogati mensilmente (40 euro) a partire dal mese di nascita o adozione del bambino, a condizione che il nucleo familiare di appartenenza del genitore abbia un Isee non superiore a 25mila euro annui. E’ raddoppiato se la famiglia ha un Isee sotto i 7mila euro l’anno.

Solo per i nati nel 2018 l’importo dell’assegno è confermato nell’entità già prevista per quest’anno, cioè un totale di 960 euro annui divisi in mensilità da 80 euro. (askanews)

Condividi