La Cina vieta il digiuno del ramadan ai dipendenti pubblici

 

ramadan-cina

Il governo di Pechino ha vietato a dipendenti pubblici, studenti e insegnanti di osservare il digiuno rituale che contraddistingue il mese di ramadan nell’islam. La misura colpisce prevalentemente la regione dello Xinjang, nel nord-ovest della Cina, dove il 58% della popolazione è musulmana.

Ai ristoranti, riferisce il quotidiano britannico The Independent, è stato ordinato di osservare l’orario normale, senza chiusure straordinarie, mentre sul sito del governo è apparso un avviso per gli abitanti della città di Korla, capoluogo della regione. “I membri del partito comunista, i quadri, i dipendenti pubblici e gli studenti non devono osservare il digiuno del Ramadan né prendere parte a cerimonie religiose.”

Condividi

 

One thought on “La Cina vieta il digiuno del ramadan ai dipendenti pubblici

  1. CERTO SE SI FACESSE IN ITALIA SI SAREBBE SUBITO DI ESSERE TACCIATI DA BOLSCEVICI.! ( IL ROSSO COMUNISTA è DIVENUTO ARANCIONE)

Comments are closed.