Terrorismo, Renzi: “Non ci sono minacce circostanziate in Italia”

 

“Non ci sono minacce circostanziate in Italia”. Così il premier Matteo Renzi, secondo quanto si apprende, nel corso della riunione a palazzo Chigi con i capigruppo di maggioranza e opposizione riuniti sui fatti di Parigi. Renzi avrebbe chiesto ai presidenti dei gruppi parlamentari “responsabilità”.

“Faccio appello alla responsabilità di tutti noi su come ci poniamo di fronte a questa nuova sfida che durerà anni. L’opinione pubblica è scossa e deve sentire l’Italia unita”, ha detto il presidente del Consiglio.

Condividi

 

One thought on “Terrorismo, Renzi: “Non ci sono minacce circostanziate in Italia”

  1. Vorrei sapere quanti poliziotti aveva e quanti ne hanno oggi i Politici? perché non facciamo eguaglianza mettete poliziotti anche ai cittadini e poi potrò dire che chi dice ca22ate ha ragione inoltre che durerà anni grazie ai due politici IxxxxxI che stanno al governo ma che andasse af.

Comments are closed.