Moschea a Milano per l’Expo: pronti finanziamenti e progetto

moschea30 genn – Come detto qualche settimana fa, “Milano non può arrivare all’Expo senza una moschea”. Così sarebbe pronto un progetto e, cosa ben più “operativa”, sarebbero anche pronti i finanziamenti per realizzarlo.

Niente è ufficiale, ma in questi mesi si sta lavorando “alacremente” sullo spazio di preghiera per gli islamici.

Una delicata e lenta trattativa si sta svolgendo fra il vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, alcuni imprenditori italiani e stranieri, oltre che ovviamente i rappresentanti delle comunità musulmane riconosciute nell’albo delle religioni. In particolare con i capicordata del Caim, il Coordinamento delle associazioni islamiche di Milano e provincia, 25 sigle fra le più note in città e nel territorio metropolitano, ricorda Repubblica.

Davide Piccardo, portavoce del Caim, conferma al giornale: «Posso solo dire che c’è un dialogo in corso con questa amministrazione e che c’è piena consapevolezza, anche da parte loro, che il tema della nuova moschea non sia più rinviabile». Piccardo non si nasconde dietro a un dito davanti alla domanda se ci sia un progetto già formalizzato o meno: «È ovvio che il Caim ha avanzato un progetto, che per ora non vogliamo rendere pubblico e che ha anche diverse possibili varianti. Non si tratta comunque di una tensostruttura destinata a essere smontata».

A proposito dei fondi necessari per costruire l’edificio, le parole di Piccardo sono molto chiare: «Ci muoviamo alla luce del sole, il contribuente italiano non spenderà un centesimo».

milanotoday.it

Condividi

 

2 thoughts on “Moschea a Milano per l’Expo: pronti finanziamenti e progetto

  1. A proposito dei fondi necessari per costruire l’edificio, le parole di Piccardo sono molto chiare: «Ci muoviamo alla luce del sole, il contribuente italiano non spenderà un centesimo» il parere dei milanesi conta niente?

Comments are closed.