La Germania non vuole piu’ dare sussidi di disoccupazione a stranieri

merkel4 dic – In seguito ad un’importante sentenza di una corte nello stato del Nord Reno-Westfalia, che ha sancito come una coppia di cittadini romeni che non erano riusciti a trovare un lavoro mantenevano comunque il diritto ad i sussidi alla disoccupazione, il titolo di oggi di Die Welt è emblematico: “Paura di un turismo-Welfare in Germania”.

L’articolo cita poi il deputato del CDU Günter Krings – esperto legale del partito di Angela Merkel – che ha dichiarato come “vogliamo chiarire che la nostra legislazione sociale di sicurezza non può permettere ad ogni cittadino europeo che è arrivato in Germania per trovare lavoro di ricevere i benefici alla disoccupazione”. L’esperto delle questioni interne del Csu Hans-Peter Uhl ha chiesto l’introduzione  dell’opzione di un divieto temporaneo di rientro per i migranti europei, aggiungendo come “il libero movimento non può coprire coloro che non hanno nessuna prospettiva di trovare un lavoro”.

FAZ riporta come circa un decimo tra cittadini bulgari e romeni presenti in Germania stiano beneficiano dei benefici alla disoccupazione, un aumento del 2,1% rispetto all’anno precedente. Infine, per un sondaggio condotto da Maurice de Hond oltre l’80% dei cittadini olandesi non pensa che a bulgari e romeni dovrebbe essere permesso di viaggiare liberamente in Olanda per lavorare dal primo gennaio quando tutte le restrizioni verranno abolite. (antidiplomatico)

Condividi

 

One thought on “La Germania non vuole piu’ dare sussidi di disoccupazione a stranieri

  1. QUESTI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI NON VOLUTI E GRADITI DELLA COSIDDETTA LIBERA CIRCOLAZIONE DI PERSONE E MERCI NELL’AMBITO EUROPEO
    EVITARLI , PER ORA , APPARE IMPOSSIBILE ANCHE PER LA GERMANIA
    PURTROPPO , BISOGNA RICONOSCERE ED AMMETTERE CHE OLTRE AI LAVORATORI ONESTI E SERI VI SONO VERE E PROPRIE ORDINE DI PERSONE CHE APPROFITTANDO DEL FATTO DI ESSERE DIVENTATI CITTADINI EUROPEI , HANNO SUBITO PENSATO DI SFRUTTARE I SISTEMI WELFARE DEGLI ALTRI STATI EUROPEI RICCHI DIVERSI DAL PROPRIO
    NON RICONOSCERLO NON SERVE ASSOLUTAMENTE A NULLA
    E PARLARE DI RAZZISMO SERVIREBBE ANCORA MENO, PERCHE’ NON FAREBBE ALTRO CHE AUMENTARE L’OPPOSIZIONE E LA CONTRARIETA’ DEI POPOLI VIRTUOSI OGGETTO DI TALI MIGRAZIONI PARASSITARIE

Comments are closed.