Russia, Freddo record: 21 morti in 24 ore. Siberia a -50

19 dic – In Russia è la seconda settimana di freddo estremo: quasi tutte le regioni riportano temperature di 10-15 gradi inferiori alla norma. E la colonnina era da 74 anni che non scendeva così in basso a dicembre, esattamente dal 1938. E nei prossimi giorni, il gelo non accennerà ad affievolirsi.

Se Mosca è a -20, ancora più duro l’inizio dell’inverno per tutti gli abitanti della Siberia, dove il termometro ha segnato anche -50. Per il freddo in tutta la Russia si contano già decine di vittime. Solo ieri l’inverno ha ucciso 21 persone, 271 persone hanno sofferto di ipotermia e congelamento, 147 persone sono state ricoverate. “La fine del mondo in Russia è arrivata prima del previsto”, scrive oggi il quotidiano ufficiale Rossiiskaya Gazeta.

In due distretti di Samara chiuse scuole e asili. Lo scoppio dei tubi del riscaldamento ha lasciato al gelo centinaia di case, un orfanotrofio e una casa di riposo. Le nevicate in Kamchatka (estremo oriente russo) hanno fatto sospendere i collegamenti aerei e un volo Aeroflot, da Mosca alla penisola orientale, è stato costretto ad atterrare a Khabarovsk. Voli ritardati da Vladivostok e Khabarovsk. tmnews

Condividi