Alfano: Monti scelga se stare con noi o dare la vittoria alla sinistra

16 dic. – “Silvio Berlusconi, con la sua solita generosita’ e lungimiranza, ha lanciato la possibilita’ che Mario sia colui che riunisce l’are dei riformatori e moderati alternativa a Bersani e Vendola e alla sinistra della Cgil, quest’area puo’ ancora vincere: ora sta a Monti scegliere se guidare quest’area dei moderati al successo oppure se riconsegnare il Paese alla sinistra e portare indietro l’Italia”. Lo ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, arrivando all’iniziativa ‘Italia Popolare’.

CON MONTI RICOSTRUIREMO NOI MODERATI Il Pdl ha davanti a se “due strade per vincere: unire i moderati con la guida di Mario Monti o, se Monti non accettasse, saremo noi a ricostruire quell’area per vincere” ha aggiunto il segretario del Pdl.

A CASINI, NO ‘CENTRINI’ PER POLTRONE CON SINISTRA Il Pdl e’ interessato a riunificare l’area di centrodestra. Non e’ invece assolutamente interessato “a fare dei ‘centrini’ con dietro il non detto che se la sinistra non ce la fa da sola poi la aiutiamo con tanto di poltrone e prebende” ha scandito dal palco Alfano, che cosi’ invia un messaggio chiaro a Casini: “sia chiaro noi la sinistra la vogliamo battere, non le vogliamo dare un aiutino”.

LA SINISTRA CREDE AVERE GIA’ VINTO MA POSSIAMO FARCELA “Abbiamo il dovere di difendere le liberta’ dei cittadini, senza che qualche solone salga su un palco e ci dica cosa fare.
La sinistra ha la certezza di avere gia’ vinto, ma noi possiamo ancora vincere, vogliamo ancora vincere e coltiveremo le nostre convinzioni senza pudori nei confronti dei poteri forti e senza subalternita’” ha detto ancora il segretario del Pdl

SIAMO EUROPEISTI CONVINTI “Noi siamo europeisti convinti, ma esserlo non vuol dire affermare che tutto ci vada bene. Essere europeisti non vuol dire sostenere che il nostro paese non fara’ piu’ sacrifici se ce li chiedono, per i loro interessi legittimi, Francia e Germania” ha aggiunto

NESSUNO PENSI RIPARARSI DIETRO PERSECUZIONE BERLUSCONI Alfano insiste sulla necessita’ “di un forte rinnovamento del Pdl”. A partire dal buttare fuori quelli “che rubano” perche’ “le nostre idee e i nostri valori camminano sulle gambe delle persone giuste, delle persone rette: se c’e’ qualcuno che ruba deve andare a casa, se c’e’ qualcuno che pensa di fare carriera con la politica questa non e’ la sua casa, se c’e’ qualcuno – scandisce Alfano – che pensa di ripararsi dietro la persecuzione giudiziaria di Berlusconi, che e’ stato perseguitato, deve andarsene. Noi saremo credibili non solo per i nostri valori ma per le persone degne”. (AGI) .

Condividi