Ci risiamo: Pannella è di nuovo in sciopero della fame

15 dic –  Pannella  è da lunedì scorso è in sciopero totale della fame e della sete per amnistia, giustizia e libertà.

”Uno schieramento di prestigio senza precedenti alcuno rivolge un appello alla giustizia, nazionale e internazionale”. Lo ha annunciato Marco Pannella, in un collegamento questa mattina con ‘Radio Radicale’, dove ha letto il testo di un appello pubblicato nell’aprile del 1976 dai Radicali sul quotidiano ‘La Repubblica’. ”L’effetto di quell’appello, a qualche settimana dalle votazioni, fu il fatto che i Radicali -spiega- e anche DP, entrarono inopinatamente nel Parlamento italiano, perche’ quell’appello consenti’ di far fare tre emissioni radiofoniche Rai riservate ad Emma Bonino e a Marco Pannella che consentirono agli italiani di conoscere”.

«Sono in una situazione di primato. Dovrei essere al quinto o al sesto giorno di sciopero totale anche della sete. E l’unica volta che mi ero avvicinato a questa soglia fu quando facevo lo sciopero della fame e della sete contro l’esecuzione di Saddam».

Pannella, «viste le sue condizioni, è stato ricoverato questa mattina su tassativa indicazione dei medici curanti in ambiente ospedaliero per essere sottoposto ad un costante controllo clinico, laboratoristico e strumentale», si legge in un bollettino medico firmato, a nome del collegio medico, dal professor Claudio Santini, e diffuso dall’ufficio stampa dei radicali.

Condividi