La UE contro l’Argentina: chiesto l’intervento del Wto

il presidente argentino Cristina Kirchner

8 dic – Sale la tensione nella disputa commerciale tra l’Ue e l’Argentina: Bruxelles ha chiesto l’intervento dell’Organizzazione mondiale per il commercio (Wto) per risolvere lo scontro con Buenos Aires sulle restrizioni che quest’ultima sta imponendo da un anno e mezzo sulle importazioni dall’Europa, con seri danni per l’economia dei 27.

”Le consultazioni avute con l’Argentina non hanno portato a nessuna soluzione positiva”, ha accusato il commissario Ue al commercio Karel De Gucht, spiegando che ”la decisione di oggi e’ anche il risultato della stretta cooperazione con Usa, Giappone e Messico”, che stanno subendo lo stesso trattamento e appoggiano l’azione al Wto.

Si tratta, ha sottolineato il commissario, dell’ ”ultima spiaggia dell’Ue per far cessare le pratiche commerciali inique dell’Argentina e ristabilire il libero scambio conformemente alle norme del Wto sottoscritte anche dall’Argentina”. Le esportazioni Ue verso l’Argentina nel 2011 sono state pari a 8,3 miliardi di euro (principalmente macchinari, auto, prodotti chimici), con un danno di 500 milioni che sara’ ancora maggiore per il 2012 date le ulteriori limitazioni all’import decise da Buenos Aires.

Condividi