Egitto, nuovo decreto Morsi: esercito per mantenere ordine pubblico

8 dic. – Il presidente egiziano, Mohamed Morsi, emanera’ un decreto con cui autorizza i militari ad affiancare la polizia “per mantenere la sicurezza e proteggere vitali istituzioni statali“.

Lo riferisce il quotidiano Al Ahram, spiegando che il provvedimento assegnera’ all’esercito gli stessi poteri della polizia, tra cui quello di eseguire arresti. Il decreto, la cui durata e’ fissata fino al termine delle prossime elezioni legislative la cui data deve ancora essere fissata, e’ gia’ stato approvato dal governo ma non si sa ancora quando entrera’ in vigore. Il provvedimento servira’ a far fronte alle proteste di piazza contro i nuovi e piu’ ampi poteri assunti dall’islamista Morsi e contro il nuovo progetto di Costituzione che recepisce i principi della sharia.

Fino a notte inoltrata in 10mila avevano manifestato sulla piazza contro la svolta autoritaria del presidente legato ai Fratelli musulmani e contro la bozza di Costituzione che recepisce i principi della ‘sharia’.

Per oggi e’ atteso l’avvio del dialogo nazionale offerto da Morsi all’opposizione, ai magistrati e ai giovani della rivoluzione per trovare “un accordo globale per uscire dalla crisi”. I leader del Fronte di salvezza nazionale, il cartello delle principali opposizioni laiche, hanno gia’ fatto sapere che non parteciperanno. agi

Condividi