Disoccupato e denutrito tenta di rapinare una farmacia: sfamato dai carabinieri

7 dic –  – Tentata rapina per disperazione, con lieto fine, per un 42enne di Marghera strozzato dalla crisi e disperato: licenziato, separato e con un figlio, talmente indigente da essere dimagrito di parecchi chili. L’uomo, originario di San Colombano Certenoli (Genova), ma residente a Marghera, ha prima tentato di rapinare una farmacia a Leivi, in Liguria, minacciando il titolare con un coltello. Poi è scappato senza prender nulla ma è stato comunque individuato e arrestato dai carabinieri.

Con sè aveva ancora il coltello e il passamontagna usati nel maldestro tentativo di rapina. I militari però lo hanno trovato così denutrito e disperato che dopo averlo portato in caserma lo hanno sfamato. L’uomo, separato e con un figlio era stato da poco licenziato dalla ditta edile nella quale lavorava nei pressi di Marghera. Viveva nel paese del Tigullio ospite di un’amica. Processato comunque per direttissima, è stato condannato a due anni di carcere (patteggiati) e sospensione della pena in quanto incensurato.

http://www.gazzettino.it/nordest/

Condividi