Riccardi: ‘baby-sitteraggio’ gratuito dei nonni porta risparmio di 24 mld di euro

4 dic – ”La Federanziani rileva che 4 miliardi di euro sono messi annulmente a disposizione di nipoti e figli da parte dei parenti piu’ anziani. E calcola come il ‘baby-sitteraggio’ gratuito dei nonni si traduca in un risparmio complessivo di 24 miliardi per le famiglie cui appartengono”. Lo ha detto il ministro della Cooperazione e integrazione, Andrea Riccardi durante la cerimonia di chiusura dell’anno europeo dell’invecchiamento attivo.

L’invecchiamento, ha spiegato Riccardi, e’ ”percepito come un declino, come autunno della vita ma e’ una visione primordiale e vecchia”, e’ invece ”un successo anche se soggettivamente puo’ essere percepito come un’eta’ piu’ faticosa della giovinezza”.

Gli anziani, ha aggiunto Riccardi, ”vengono spesso penalizzati per aver vissuto troppo a lungo, come si fa quando si parla di loro come un peso a proposito di spesa sanitaria e pensionistica”.

L’invecchiamento, ha osservato il ministro, ”richiede una riflessione nuova, una politica meno distratta. E’ fenomeno epocale che impone un salto culturale. Ogni anno la vita media cresce di tre mesi, quindi ogni quattro anni la vita media aumenta di un anno”.

Riccardi ha poi sottolineato come nella societa’ odierna cresce il numero degli anziani, richiamando alcuni dati europei: ”Nei paesi Ue risiedevano nel 2010 87 milioni di ultra 65enni, il 17,4% degli abitanti; 25 anni prima, nel 1985, erano 59,3 milioni. Sempre nel 2010 l’eta’ media della popolazione italiana era di 43,1 anni; un quarto di secolo prima era di 35,4 anni”.

Il grande numero degli anziani in Italia e in Europa sono ”una vittoria per tutti” ma ”deve avvenire un cambiamento culturale. E’ il senso di quest’anno europeo”.

Condividi