Sallusti passa la notte al Giornale: Se vogliono mi arrestano qui

 1 DIC – “Notte al giornale. Se vogliono mi arrestano qui. Grazie a tutti”: così ha twittato poco dopo mezzanotte il direttore de Il Giornale, Sallusti. Il giornalista è stato raggiunto dalla sua compagna e parlamentare del Pdl, Daniela Santanché.

Oggi i suoi legali dovrebbero depositare un’istanza con cui chiedere la revoca della misura dei domiciliari per ottenere quella in carcere.

“L’ho pregato di recedere dalla sua decisione” di rifiutare i domiciliari. Cosi’ Vittorio Feltri. “Lui ha le sue ragioni piu’ o meno buone, poi serve che il carcere sia la dimostrazione finale, plateale, che e’ stata commessa un’ingiustizia“.

Sicuramente Sallusti “ha ragione, purtroppo il prezzo e’ troppo alto, dal mio punto di vista eccessivo”. Feltri ha poi attaccato la categoria dei giornalisti perche’ “non fa niente”, mentre “i politici sono inetti e sgangherati e non sono stati capaci di produrre niente”.

L’ex direttore ne ha anche per Silvio Berlusconi: “Nel 2001 mi aveva giurato che avrebbe provveduto a modificare questa legge iniqua, antiquata e anche un filo fascista. Non e’ riuscito a combinare niente, la sua risposta e’ stata: purtroppo il presidente del Consiglio non conta niente.

Condividi