Mentana: carcere per reati di stampa non e’ da Stato democratico

1 DIC – La vicenda che riguarda Alessandro Sallusti, “e’ del tutto insensata”. E’ quanto afferma Enrico Mentana, direttore del Tg de La7, commentando con l’Adnkronos l’arresto del direttore de Il Giornale. “Che i reati commessi a mezzo stampa vengano sanzionati con il carcere non e’ appartiene ad uno stato democratico – prosegue Mentana – Un giornalista non dovrebbe mai andare in prigione per un reato a mezzo stampa.

E a chi risponde a questa affermazione dicendo che la diffamazione ha recato nocumento all’immagine alla reputazione di un magistrato, io replico che non mi risulta che il magistrato a causa di quella ‘vergognosa’ diffamazione operata dall’onorevole Farina sia stato costretto a chissa’ quale rinuncia. Era una diffamazione che poteva tranquillamente essere sanzionata in altro modo come dovrebbe essere per tutte le diffamazioni”.

“La perdita della liberta’, non dell’autore del servizio, ma di chi ha la responsabilita’ dell’organo di stampa su cui e’ stata operata la diffamazione, dovrebbe avvenire solo in casi macroscopici e vergognosi”, conclude Mentana. adnk

Condividi

 

One thought on “Mentana: carcere per reati di stampa non e’ da Stato democratico

  1. Io posso dirti che Travaglio era stato condannato ad 8 mesi (senza suscitare tutto questo scandalo …). Ha evitato di farli per l’indulto …

Comments are closed.