Bologna, politici contro la ‘frocessione’ durante Immacolata

La goliardica ‘frocessione‘ organizzata dagli studenti dell’Aula C di Scienze Politiche dell’Università di Bologna e dalle associazioni omosessuali proprio l’otto dicembre, giorno dell’Immacolata, ha scatenato l’indignazione dei politici locali.

La manifestazione prevede una sfilata-corteo in costume e con cartelli e slogan provocatori nei confronti della Chiesa cattolica e doveva concludersi con un concerto presso il centro sociale nell’ex mercato in Via Fioravanti

Il consigliere regionale Galeazzo Bignami (Pdl) ha dichiarato: “Fermate la ‘frocessione’, che offende la Chiesa e il Papa”.

Nel manifesto «sono visibili foto e immagini a dir poco offensive di Papa Benedetto XVI, di Padre Pio e di Madre Teresa di Calcutta; il tutto in un vergognoso contesto di denigrazione e degradazione della Chiesa Cattolica».

Guarda il manifesto intero (cliccca per ingrandire)

Bignami esprime al prefetto «il profondo disagio che, da cittadino prima ancora che da rappresentante dei cittadini, avverto nell’apprendere di questa iniziativa che auspico sentitamente sia in tutti i modi evitata dalle Autorità Competenti.

Mi auguro difatti che nessuno, in una malintesa accezione dei principi da tutti noi condivisi di democrazia, pluralismo e libertà, intenda dare cittadinanza a questa scempiaggine che si pone esclusivamente come un’ignobile provocazione rivolta alla Città di Bologna, tra l’altro proprio in una data particolarmente cara alla Comunità Cattolica e a tutti i bolognesi».

 

Condividi