Imola: Ferdinando Imposimato presenta il libro sull’attentato a Giovanni Paolo II

Ferdinando Imposimato

A due anni di distanza dalla presentazione del libro/inchiesta Doveva morire sul rapimento e l’uccisione di Aldo Moro, il magistrato Ferdinando Imposimato (giudice istruttore di quel processo) e il giornalista Sandro Provvisionato (curatore e conduttore del settimanale Terra! e responsabile degli speciali del Tg5) fanno ritorno ad Imola per presentare il loro nuovo lavoro scritto a quattro mani, Attentato al Papa, pubblicato ancora una volta dalla casa editrice Chiarelettere.

L’appuntamento è per lunedì 17 ottobre 2011, alle ore 20.30, presso il Centro sociale “La stalla” in via Serraglio 20/b.

 

Dall’attentato di Ali Agca a Papa Giovanni Paolo II del 13 maggio del 1981 sono trascorsi più di trent’anni, ma sono ancora molti gli aspetti che si mantengono oscuri di un avvenimento a cui hanno assistito milioni di persone in tutto il mondo.

Secondo Imposimato e Provvisionato, l’attentato al Santo Padre in Piazza San Pietro rappresenta un passaggio fondamentale nello scenario internazionale, e i misteri che ancora lo circondano potrebbero, se risolti fino in fondo, arrivare a spiegare anche altri accadimenti rimasti sino ad oggi privi di qualsiasi spiegazione plausibile, come la sparizione di Emanuela Orlandi e la strage delle guardie svizzere.

Il libro è una loro attenta ricostruzione dell’evento che coinvolge ben sei paesi (Francia, Bulgaria, Russia, Germania, Turchia e Polonia), istituzioni e autorità giurisdizionali, e possibili spie. Una vera e propria “spy story” fatta di omicidi, sequestri, furti, ricatti, minacce, spie, terroristi, servizi segreti e criminalità organizzata. Ricca di colpi di scena e di aspetti piuttosto inquietanti.

I due autori si sono districati fra documenti e testimonianze, ma hanno dovuto fronteggiare anche silenzi ed omertà. In bilico fra storie personali e delicati equilibri politici mondiali.

 

Luca Balduzzi

Condividi