Immigrazione o invasione!Stranieri + 217,3% in 10 anni!

“Le popolazioni non muoiono per omicidio, ma per suicidio” Arnold Toynbee

Dal 2001 al 2010 c’è stato un aumento di immigrati pari al +217,3% !!!  Nella fotografia scatta dall’Istat, gli immigrati stranieri residenti per regione in Italia per gli anni 2001 e 2010, sono una quota di immigrati pari al 7% della popolazione totale.

Domanda: I nostri governanti andrebbero inquisiti per non aver adempiuto ai loro obblighi costituzionali di mantenere l’integrità e la sicurezza nazionale?

I cittadini stranieri iscritti nelle anagrafi dei comuni italiani all’inizio del 2010 sono oltre 4,2 milioni, il 7,0 per cento del totale dei residenti. Rispetto al 2001 sono più che triplicati; nel 2009 sono cresciuti dell’8,8 per cento.

Non si arresta la crescita della presenza straniera in Italia anche se, rispetto agli ultimi anni, mostra un ritmo meno sostenuto. L’incremento si riduce in conseguenza di diversi fattori: la crisi, l’attenuarsi dell’effetto congiunto dell’ingresso della Romania e della Bulgaria nell’Unione europea e dell’entrata in vigore della nuova normativa sul soggiorno dei cittadini comunitari nei paesi dell’Unione. Questi due ultimi cambiamenti hanno determinato, soprattutto nel 2007, un boom di iscrizioni in anagrafe di cittadini rumeni e bulgari.

a] Per Lettonia e Estonia la proporzione di cittadini stranieri è particolarmente elevata a causa dell’alto numero di “riconosciuti non cittadini”, principalmente cittadini della preesistente Unione Sovietica che risiedono in questi Stati ma non hanno acquisito la cittadinanza Lettone/Estone o altra cittadinanza. I dati del Belgio e del Regno Unito sono al 2008. Il dato della Polonia è provvisorio.

In Italia, al 1° gennaio 2009, data più recente della disponibilità dei dati a livello europeo, l’incidenza degli stranieri è pari a 6,5 per cento: dato in linea con la media europea (6,4 per cento), che colloca il nostro Paese al dodicesimo posto nella graduatoria dei 27 Stati membri. Si tratta di un valore non molto lontano da quello della Germania (8,8 per cento) e persino superiore a quello della Francia (5,8 per cento), due paesi in cui la storia dell’immigrazione ha radici più antiche e per i quali si può presumere che una quota più rilevante di residenti originariamente cittadini stranieri abbia acquisito la cittadinanza.

Tra le principali economie europee, la Spagna è uno dei paesi in cui il fenomeno migratorio è meno antico: gli stranieri sono il 12,3 per cento della popolazione. Occorre sottolineare, però, che al Padrón Municipal (l’equivalente delle anagrafi italiane) possono iscriversi anche i cittadini stranieri irregolari.

Storicamente gli stranieri sul territorio italiano si sono concentrati soprattutto nelle ripartizioni del Centro-Nord. Negli anni più recenti tuttavia essi sono cresciuti più intensamente nel Mezzogiorno che nel Centro-Nord: in particolare nel 2009, rispettivamente, dell’11,7 per cento e dell’8,4 per cento. L’incremento per il Mezzogiorno è frutto soprattutto del movimento migratorio con l’estero, mentre al Nord e al Centro risente anche della dinamica naturale.

Al 1° gennaio 2010, la regione con il maggior numero di stranieri è la Lombardia (oltre 982 mila, pari al 23,2 per cento del totale degli stranieri residenti in Italia). Consistenti gruppi risiedono anche nel Lazio (circa 498 mila), nel Veneto (quasi 481 mila),
in Emilia-Romagna (quasi 463 mila). Roma, con 406 mila stranieri residenti e Milano, con 350 mila, sono in termini assoluti le province più interessate dal fenomeno. Nelle province di Brescia, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Mantova e Modena ogni 100 residenti più di 12 sono stranieri.

I flussi migratori nel corso del tempo sembrano aver privilegiato i comuni di maggiori dimensioni. Nei capoluoghi di provincia gli stranieri incidono per l’8,7 per cento. Tuttavia l’immigrazione non riguarda esclusivamente i centri metropolitani; soprattutto nel Nord e nel Centro i livelli massimi dell’incidenza si registrano in alcuni piccoli comuni.

Fonte: http://noiitalia.istat.it/index.php?id=7&user_100ind_pi1[id_pagina]=35&cHash=a72322aee4835ba
bb8965d212399667

Condividi