UE, 677 milioni di euro per ricerche su vaccini e ambiente

Rafforzare l’attenzione sull’applicazione integrale delle raccomandazioni rivolte ogni anno agli Stati membri, raccomandazioni in cui si dovrebbe dare maggiore rilevanza a temi sociali, in primis alla lotta alla povertà. È quello che la Corte dei conti dell’Ue invita la Commissione a fare in un rapporto sulle raccomandazioni specifiche per Paese formulate tra il 2011 e il 2018 nell’ambito del semestre europeo .

Secondo lo studio – che ha preso in esame le raccomandazioni rivolte dall’Ue a diversi Paesi tra cui l’Italia – gli Stati membri dell’Ue non hanno fatto sforzi sufficienti per attuare le indicazioni arrivate da Bruxelles: sarebbero infatti state attuate, sostanzialmente o pienamente, soltanto un quarto di queste ultime, mentre per quasi un terzo ci sarebbero stati progressi modesti o nulli. Ecco la risposta

ROMA, 03 SET – Dal Consiglio europeo della ricerca (Erc) 677 milioni di euro a 436 ricercatori impegnati in campi di frontiera, dai vaccini al clima all’impatto ambientale delle nanoplastiche fino alla materia oscura nell’universo. Di questi, 20 lavorano in 14 istituzioni italiane.

L’ambizioso finanziamento viene dato ai vincitori dell’Erc Starting Grant competition che fa parte del programma di ricerca e innovazione dell’Ue, Horizon 2020. L’obiettivo è consentire ai ricercatori che sono all’inizio della loro carriera di costruire i propri gruppi per poter condurre le loro ricerche pionieristiche. (ANSA).

Patrick Moore, fondatore di Grenpeace disse: “La paura è stata usata per tutta la storia per prendere il controllo delle menti e dei portafogli della gente e di tutto il resto, e la catastrofe climatica è strettamente una campagna di paura

Condividi