Covid, Meluzzi: “Ai pennivendoli non conviene informarvi davvero“


di Radio Radio Tv

“Ai pennivendoli non conviene informarvi davvero“. Alessandro Meluzzi, psichiatra, saggista e rullo compressore nella controinformazione sulla pandemia, rincara la dose contro la censura delle prime pagine più quotate.
Il casus belli è duplice, e si colloca a Londra e Berlino, dove masse ingenti di persone hanno manifestato contro le misure di distanziamento adottate per dare la caccia al famigerato Covid.

Covid che abbaia, più che mordere, a detta di Meluzzi. Gli esempi del Brasile, che in rapporto al numero di abitanti ha contato meno decessi rispetto a paesi più “lockdown-friendly” come l’Italia, ma anche della Svezia sono calzanti secondo lo psicoterapeuta per spiegare come in realtà il distanziamento sociale nasconda cause più politiche, che sanitarie.

Il ruolo dei media giocherebbe un ruolo fondamentale in questo, in quanto – più di ogni altra cosa – permeante l’opinione pubblica sulla vicenda, con annesso consenso e dissenso politico. Anche qualora quest’ultimo venga dimenticato dalle penne più in auge.
Ecco l’intervista di Alessandro Meluzzi ai microfoni di Fabio Duranti e Francesco Vergovich”.

Condividi