Covid, evoluzione dello spaccio: droga nascosta nella mascherina

Torino – L’evoluzione dei pusher ai tempi del Covid. Due pusher di nazionalità gambiana sono stati arrestati ieri notte dai poliziotti del Comm.to Dora Vanchiglia in via Cesare Balbo angolo Piazza Santa Giulia. Gli agenti, in collaborazione con personale in servizio presso la Sala Radio della Questura, sono riusciti a documentare il momento in cui i due connazionali, che erano seduti su una panchina, avvicinavano un giovane italiano e gli consegnavano qualcosa dopo avere ricevuto una banconota.

In particolare, uno dei due extracomunitari, di 19 anni, estraeva dalla mascherina che portava legata all’avambraccio un involucro contenente 2 grammi di marijuana, lo passava al complice, di 25 anni, e questi lo dava all’acquirente. Il denaro ricevuto è stato poi riposto all’interno del medesimo dispositivo di protezione individuale.

Sottoposti a perquisizione, gli operatori hanno rinvenuto all’interno della mascherina portata al braccio dal diciannovenne ben 8 bustine di nylon contenenti 10 grammi di marijuana e la somma in denaro contante di 70 €. Considerati i precedenti per stupefacenti di cui sono gravati entrambi e le modalità accertate di spaccio in concorso, per i due pusher sono scattate le manette.

Condividi