Covid, esperti bocciano vaccino russo: “Mossa sconsiderata”

Avventata e sconsiderata: così alcuni esperti e ricercatori, intervistati dalla rivista Nature, valutano la registrazione del vaccino russo anti-Covid, annunciata dal presidente Vladimir Putin. A preoccupare è soprattutto la sicurezza, poiché non c’è stata una sperimentazione su larga scala. Per Francois Balloux, dello University College di Londra, “è una decisione incosciente. Fare vaccinazioni di massa senza test adeguati, non è etico”.

“Un vaccino realizzato in questo modo sicuramente non potrà essere commercializzato nei Paesi che, come l’Italia, seguono un protocollo ferreo”, ha detto Walter Ricciardi.

Come funzionano le pubblicazioni scientifiche

“Pressioni criminali di BigPharma sulle pubblicazioni scientifiche”

 

Condividi