Fico: con fondi UE ammodernamento della rete Trasporti

“Sono convinto – e ho in parte già avuto modo di dirlo pubblicamente – che occorra procedere con urgenza ad un riequilibrio dei rapporti tra concedente e concessionario in esclusiva funzione dell’interesse pubblico, dando una più concreta attuazione ai principi della concorrenza, della tutela dei consumatori e dell’efficienza gestionale”. Lo ha sottolineato il presidente della Camera, Roberto Fico, in occasione della presentazione del Rapporto dell’Autorità Trasporti, ricordando i “persistenti squilibri dei rapporti concessori dei quali è parte l’amministrazione pubblica, come dimostrano vicende di attualità nel settore delle autostrade, degli aeroporti e dei servizi di trasporto pubblico locale”.

“Squilibri – ha detto ancora Fico – rilevati, con riferimento specifico al settore delle autostrade, anche in alcune pronunce dei giudici amministrativi nonché nelle conclusioni, lo scorso mese di dicembre, di una specifica indagine della Corte dei Conti, ribadite dalla Corte stessa in una recente audizione presso la commissione Lavori pubblici del Senato”.

Gli stanziamenti che l’Italia riceverà dall’Unione europea – per effetto dell’accordo definito martedì scorso dal Consiglio europeo – offrono grandi e forse irripetibili opportunità per ammodernare ed ampliare la rete esistente di ferrovie, metropolitane, tram, autobus – ha aggiunto il presidente della Camera -. E di ridisegnare completamente il modo di circolare nelle nostre città e in generale in tutto il territorio nazionale, riducendo le distanze tra tutte le aree del Paese. Precondizione per garantire lo sviluppo delle aree in ritardo di sviluppo – a partire dalle aree interne del Mezzogiorno– ed evitarne lo spopolamento. Sono certo che tutte le istituzioni, ciascuna secondo le sue competenze, saprà fare la sua parte in questa direzione”.  ADNKRONOS

Recovery fund, Bagnai accusa Conte: “basta trionfalismo, la verità è un’altra”

Condividi