Danno erariale di 90 milioni di euro, indagati Raggi e Zingaretti

La nuova sede al Torrino dell’ex Provincia di Roma (oggi Città Metropolitana) torna a tremare Nicola Zingaretti . L’ex presidente di Palazzo Valentini , oggi governatore del Lazio e segretario nazionale del Partito democratico, ha ricevuto dalla Corte dei conti un invito a dedurre sull’acquisto del palazzo. In soldoni, vuol dire che Zingaretti è indagato dalla magistratura contabile.

La Guardia di Finanza, su riserva della Corte dei Conti del Lazio, ha notificato a 37 persone l’invito a dedurre, che equivale alla chiusura dell’indagine, il procedimento relativo alla vicenda del palazzo della Provincia di Roma, all ‘ Euro, creato nel 2012 dal costruttore Luca Parnasi. Tra le persone raggiunte dal provvedimento dei magistrati contabili, anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti , il Sindaco di Roma, Virginia Raggi. Il danno erariale è di circa 90 milioni di euro. L’immobile, una torre di 32 piani “risultata per altro inagibile e quindi inutilizzabile” era stata usata dal Fondo Immobiliare Provincia per circa 263 milioni di euro.

Nell’invito a dedurre la Procura della Corte dei Conti scrive che il “danno erariale subito dalla provincia di Roma è per un importo determinato quantificabile in circa 90 milioni di euro, derivante per 69 milioni di euro dagli oneri gestionali e finanziari di cui l’ente ha dovuto far fronte allo scriteriata scelta di affidarsi ad uno strumento finanziario (Fondo Immobiliare) così complesso e oneroso Oltre 20 Milioni di euro Dagli ULTERIORI oneri, Spese di Gestione della nuova sede e canoni di locazione passiva, sopportati a cagione della inutilizzabilità dell’Immobile individuato Quale nuova sede unica”.

www.iltempo.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi