Migranti, UE: boom richieste di asilo da venezuelani

Condividi

 

Le domande di asilo nel 2019 sono state 740mila, in aumento dell’11% sul 2018. Ma, per la prima volta in cinque anni, l’Italia non è più tra i primi 5 Paesi d’accoglienza. Emerge dal rapporto annuale dell’Agenzia Ue per l’asilo (Easo). Le domande si sono concentrate per oltre la metà in Germania (165.615), Francia (128.940) e Spagna (117.795). Segue a distanza la Grecia, con 77.275 richieste. Quinto il Regno Unito (44.835 domande ricevute), che scalza l’Italia (43.770, -27% rispetto al 2018).

L’aumento delle richieste di protezione internazionale è in parte dovuto al boom di domande presentate dai cittadini del Venezuela e di altri Paesi dell’America latina. Proprio i venezuelani, con 46mila richieste, risultano terzi tra le nazionalità che più hanno fatto domanda di asilo (+103% rispetto all’anno precedente). In testa si confermano i siriani (80mila domande) e gli afghani (61mila).



Le difficili condizioni politiche in Venezuela e nel Sud America hanno fatto impennare le domande presentate in Spagna (aumentate di oltre il 100% rispetto al 2018) poiché, sottolinea l’Agenzia Ue, “spesso la lingua e i rapporti culturali possono svolgere un ruolo nella scelta del Paese in cui presentare domanda”. AGENPRESS

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -