Migranti, chat magistrati: vicenda Diciotti a ordine del giorno plenum Csm!

Condividi

 

Il caso Palamara continua a tenere banco. Il magistrato, indagato per presunta corruzione al processo di Perugia, è il protagonista di alcuni scambi di messaggi in chat, finiti agli atti dell’indagine a suo carico, con l’ex sottosegretario del governo Legnini, subito dopo l’iscrizione nel registro degli indagati di Matteo Salvini, per la vicenda della nave Diciotti.

Il 24 agosto 2018, secondo quanto riporta La Verità – Legnini scrive a Palamara: “Luca, domani dobbiamo dire qualcosa sulla nota vicenda della nave”. Palamara risponde: “Ok, sono pronto”, ma Legnini sembra avere fretta: “Sì, ma domattina dovete produrre una nota, qualcosa insomma”. Il pomeriggio successivo la nota esce e il caso della nave Diciotti viene messo all’ordine del giorno del plenum del Csm.



La nota: “Le vicende relative al trattenimento a bordo della nave Diciotti, hanno fatto registrare interventi di esponenti del mondo politico e delle istituzioni, anche in relazione agli accertamenti giurisdizionali in corso. La verifica del rispetto delle norme è doverosa nell’interesse delle istituzioni”. Segnale, che – secondo quanto riporta La Verità – conferma la volontà di attaccare Matteo Salvini, come scritto nello scambio di messaggi tra Palamara e Auriemma: “Ha ragione…ma ora bisogna attaccarlo”. affaritaliani.it

Quando Cossiga vietò al CSM di discutere su Craxi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -