Venezuela, “tentativo di colpo di Stato”. Arrestati anche due americani

Condividi

 

Ci sono anche due cittadini americani tra le persone arrestate in Venezuela dopo il presunto tentativo di invasione via mare dalla Colombia. E’ stato il presidente venezuelano Nicolas Maduro ad annunciare, in una dichiarazione trasmessa dalla tv di Stato Vtv, l’arresto dei due statunitensi definiti “membri della sicurezza di Donald Trump”.

Il tentativo di invasione era stato annunciato domenica dal ministro degli Interni venezuelano, Nestor Reverol, secondo cui un gruppo di “mercenari terroristi” aveva come obiettivo “un nuovo tentativo di colpo di Stato”. Otto persone sarebbero state catturate e uccise subito dopo l’assalto, avvenuto domenica prima dell’alba nei pressi della città costiera di La Guaria, una trentina di chilometri da Caracas. In tv, Maduro ha anche mostrato i passaporti dei due cittadini americani arrestati, Luke Denman di 34 anni e Airan Berry di 41 anni, sostenendo che avrebbero collaborato con l’ex soldato americano Jordan Goudreau, oggi a capo di una società di sicurezza con sede in Florida, nel presunto tentativo di golpe.



“Gli Stati Uniti -ha affermato Maduro- hanno deciso di sfruttare questo momento di pandemia per compiere attacchi terroristici”. “Abbiamo informazioni su chi ha finanziato questi movimenti di gruppi di mercenari, sappiamo tutto”, ha aggiunto il presidente venezuelano, sostenendo che le armi confiscate ai presunti assalitori “appartengono alle forze statunitensi”.  ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -