Migranti, Pd esulta per condanna di Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca

Condividi

 

Scrive il Pd su Facebook: “La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha condannato l’Ungheria, la Polonia e la Repubblica Ceca, che rifiutarono di accogliere una quota dei migranti arrivati in Italia e in Grecia, come imposto dai meccanismi di ricollocazione decisi nel 2015.
È un comportamento inaccettabile, che come Partito Democratico e Socialisti Europei denunciamo da anni, finalmente è fatta giustizia.

I governi nazionalisti di questi Paesi, i cui leader sono tanto amici di Salvini e della Meloni, ci hanno lasciati soli nel gestire l’emergenza, mentre altri Paesi ne condividevano il carico. Cosa dicono ora i sedicenti sovranisti di casa nostra, alleati sempre e comunque con chi è contro gli interessi dell’Italia?



Per fortuna l’Europa, pur con moltissime criticità, è ben altra cosa e lo dimostra la disponibilità di molti Paesi ad accogliere entro Pasqua 1600 minori non accompagnati sbarcati nelle isole greche.”

Il post è a firma di Brando Bonifei



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -