Coronavirus, Roma: fila di ambulanze al policlinico Gemelli

Coronavirus, al Gemelli ambulanze in fila con i pazienti all’interno. Le spiegazioni dell’ospedale
L’ospedale: “Più sicuro e prudente far permanere il paziente all’interno dell’ambulanza, in attesa che si renda disponibile la postazione di isolamento” (Lucia Borgonzoni)

I posti letto ci sono e il Gemelli è in prima linea nell’emergenza Coronavirus. La premessa è doverosa per spiegare il video che da ieri ha fatto il giro della rete. Immagini che mostrano l’esterno del pronto soccorso affollato di ambulanze con all’interno pazienti in attesa di entrare in ospedale e di ricevere le doverose cure. Perché questa scena?

Lo spiega lo stesso ospedale: “Martedì per i pazienti COVID sono giunte 82 ambulanze del 118, concentrate nell’arco di poche ore, soprattutto serali. L’iper afflusso di ambulanze con pazienti sospetti Covid-19 a bordo prevede una gestione particolare in quanto ad alta contagiosità. Questi pazienti devono seguire un protocollo rigoroso di isolamento e distanziamento (almeno un metro dalle altre persone). In caso di affollamento all’arrivo in Pronto Soccorso, risulta più sicuro e prudente far permanere il paziente all’interno dell’ambulanza, in attesa che si renda disponibile la postazione di isolamento. Si tratta di una procedura ordinaria, dettata da criteri di prudenza e di protezione. Pertanto, se giungono più ambulanze insieme, occorre necessariamente accogliere un paziente per volta”.

In sintesi: è la procedura standard ed è anzi una garanzia per la sicurezza degli stessi pazienti ed operatori.

www.romatoday.it

Condividi