Foggia, “carenza di organico”: migranti fanno tirocinio in Procura

Foggia, tirocinio in Procura per quattro migranti. Vaccaro: “Progetto che rompe gli stereotipi”- Mi trovo bene qui con tutti i colleghi”. Haytem si emoziona, ha 32 anni, è un rifugiato, arriva dalla Libia ai tempi  di Gheddafi. Da un mese è un tirocinante nell’Ufficio Dibattimento della Procura di Foggia. Kouyate arriva dalla Costa d’Avorio, ha 34 anni, e si occupa della movimentazione dei fascicoli al terzo piano del Palazzo di Giustizia. Abdel viene dal Marocco, ha 38 anni, ed è impegnato nell’Ufficio Tiap (Trattamento Informatico Atti Processuali) e nell’Archivio.

Sono i quattro migranti, regolarmente presenti sul territorio nazionale da anni, che partecipano al percorso di integrazione attivato nella Procura grazie ad una convenzione con la cooperativa sociale Medtraining, ente gestore insieme alla cooperativa Iris di sette progetti Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) in provincia di Foggia. La durata del tirocinio è di tre mesi, con possibilità di rinnovo fino a sei mesi. I migranti sono distribuiti in diversi uffici della Procura, svolgono una serie di mansioni affidate alla figura del’ausiliario e del commesso.

L’iniziativa ha un forte valore simbolico: i migranti che lavorano per un ufficio che si occupa di legalità – afferma il Procuratore della Repubblica Ludovico Vaccaro, che ha fortemente voluto il progetto – Il migrante, grazie ad una sapiente opera di integrazione, è una risorsa per lo Stato. Colmano un vuoto di organico dei nostri uffici. Contiamo di poter estendere il numero di partecipanti”. I tirocinanti sono stati formati, informati dei rischi e sono state stipulate le assicurazioni.

“Probabilmente estenderemo questa convenzione anche al Tribunale – fa sapere il dirigente amministrativo Antonio Toziani – Perché l’iniziativa adottata dal Procuratore è importante per il messaggio culturale ma anche per il contributo che i tirocinanti possono fornire alle cancellerie. Abbiamo delle forti scoperture di organico“. È un’operazione a costo zero per il Ministero, realizzata nell’ambito dei percorsi Sprar che prevedono tirocini formativi, percorsi di integrazione che, di norma, Medtraining realizza nelle aziende produttive.  […]

www.foggiatoday.it

Condividi