Coronavirus, Milano valuta chiusura del Tribunale

I dipendenti del Lodigiano colpiti dal coronavirus dei tribunali della Corte di Appello di Milano dovranno restare a casa. Lo ha ha deciso il presidente della Corte d’appello di Milano, Marina Tavassi.

TRIBUNALE – Nella sua direttiva, Tavassi dispone che “in via precauzionale, il personale di magistratura, togati e onorari, il personale amministrativo nonché tutte le persone che svolgono stage formativi presso gli Uffici e che siano residenti nei suddetti comuni, si astengano dall’attività lavorativa/formativa presso tutti gli Uffici giudiziari del Distretto sino a nuova disposizione”.

Nel distretto della Corte d’Appello di Milano operano nove tribunali: Como, Milano, Monza, Pavia, Lodi, Busto Arsizio, Lecco, Sondrio e Varese. La Procura di Milano ha deciso inoltre che gli uffici e le segreterie dei pm restano funzionanti ma saranno chiuse al pubblico e quindi gli atti verranno depositati all’Urp, cioè all’ufficio relazioni con il pubblico.  www.ilgiorno.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi