Cassazione conferma condanna per pedofilia, 63enne si uccide

Un 63enne si è ucciso impiccandosi perché temeva di dover andare in carcere dopo che la Cassazione aveva confermato la sua condanna per pedofilia. E’ successo a Miglianico, nel Chietino.

L’uomo, che si professava innocente, prima di uccidersi ha scritto su Facebook un messaggio d’addio alla madre. Come riferisce ‘Il Centro’, il 63enne avrebbe dovuto scontare una condanna a 4 anni e mezzo per presunti abusi su una bimba che all’epoca dei fatti, nel 2008, aveva 8 anni. adnkronos

Condividi