Volevano arrivare in Europa ma si ritrovano in Costa d’Avorio, marocchini arrestati

Tredici marocchini sono rimasti intrappolati nel porto di Abidjan, in Costa d’Avorio, dopo essere saliti a bordo di una nave che avrebbe dovuto portarli in Europa. Una dichiarazione dell’Ambasciata del Regno del Marocco in Costa d’Avorio ha dichiarato, la scorsa settimana, che invece questi migranti sono stati arrestati alla stazione di polizia nel porto di Abidjan dopo il loro ingresso illegale in Costa d’Avorio.

“Sono arrivati ​​giovedì 26 dicembre a bordo di una nave appartenente a” Grimaldi Lines “, rappresentata in Costa d’Avorio dalla compagnia TCI Africa, proveniente dal porto di Casablanca, ritenendo che la suddetta nave fosse diretta in Europa”, spiega il comunicato stampa.

L’ambasciatore del regno ha quindi incaricato i responsabili degli affari consolari di recarsi lì, per verificare l’identità delle persone interessate, migliorare le condizioni di custodia della polizia e e organizzare il loro rientro in patria. Pertanto, il luogo di detenzione è stato effettivamente cambiato domenica 29/12 con il loro trasferimento dalla stazione di polizia portuale alla prefettura di polizia di Abidjan.

Ieri l’ambasciata ha avuto la conferma, tramite i funzionari di TCI Africa, della data di partenza dei tredici marocchini su un volo della Royal Air Maroc per il ritorno a casa.

Condividi