Maxi rissa tra stranieri: 40 coinvolti, due in ospedale

Bologna – Ozzano, maxi rissa davanti a locale: spunta un coltello, 2 feriti. E’ terminata con due persone in ospedale la maxi rissa scoppiata ieri mattina all’alba davanti al Let’s Go Now in via Tolara di Sotto a Ozzano. Da quanto si apprende tutto sarebbe partito da due giovani donne che avrebbero iniziato a discutere nel locale: battibecco nel quale si sarebbero inseriti poi i rispettivi fidanzati e amici.

Un alterco al quale hanno posto fine gli uomini della sicurezza che hanno mandato via tutti, ma pochi minuti dopo, davanti al cancello, la lite è ripartita scoppiando in una maxi rissa tra due gruppi di giovani: una quarantina di persone in tutto, per lo più di origine brasiliana e tunisina.

Tra botte, calci e pugni è spuntato anche due coltelli, una chiave inglese e delle forbici e uno dei due fidanzati, è rimasto ferito e trasportato in codice di media gravità al pronto soccorso.

A finire in ospedale, sebbene con ferite leggere, anche la compagna, che avrebbe riportato lesioni nel corso della rissa, oltre all’altra coppia. Lanciato l’allarme sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della locale stazione, e i sanitari del 118 con quattro ambulanze.

Indagini per ricostruire l’esatta dinamica di quanto accaduto sono in corso. Per terra, branditi ma non usati, sono state ritrovati anche due coltelli e una chiave inglese. Quanto al ferimento con l’arma da taglio, è stato ricostruito che a vergare il colpo con un paio di forbici sia stato un terzo soggetto, non identificato e non più presente al momento dell’intevento dei militari.

A dare a BolognaToday la sua versione dei fatti è il titolare del locale, Terence Scarpetta, che spiega: “La rissa è scattata all’interno del locale tra due ragazze poco prima dell’orario di chiusura , ed entrambe sono state cacciate fuori. Poco dopo però, fuori dal cancello del locale le due si sono rincrociate e il fidanzato di una ha cacciato un coltello e si è diretto verso l’altra ragazza, ma è stato subito fermato e disarmato dagli uomini della sicurezza che hanno preso il coltello buttandolo poi in mezzo alla strada. Il ragazzo ferito sembrava accoltellato ma non è così, è stato pestato a sangue da un gruppo di ragazzi che poco dopo lo ha preso e lo ha trascinato di schiena sul marciapiede, pestandolo a sangue. E i soccorsi e i carabinieri sono arrivati dopo un’ora”.

www.bolognatoday.it

Condividi