Migranti, Torino: ennesima rivolta al Cpr, materassi bruciati

Nuova rivolta al Centro di permanenza per il rimpatrio di corso Brunelleschi a Torino. Un gruppo di migranti, ospiti dell’area rossa del complesso, ha incendiato alcuni materassi, divelto porte e inferriate e distrutto televisori. Alcuni ospiti sono anche saliti sul tetto dei container. Una trentina gli agenti di polizia che sono intervenuti per riportare la calma. tgcom24.mediaset.it

Quella di oggi è l’ennesima rivolta delle ultime settimane.
Nei giorni scorsi erano già state incendiate le zone gialla e viola. Ieri pomeriggio, sotto le mura del Cpr, gli anarchici hanno organizzato un presidio di solidarietà nei confronti dei trattenuti.

Migranti, rivolta nel Cpr di Torino: a fuoco 8 unità abitative

Una rivolta è scoppiata, ieri sera a Torino, all’interno del Cpr, il Centro di permanenza per il rimpatrio di corso Brunelleschi. Un gruppo di ospiti ha appiccato un incendio, dando alle fiamme otto unità abitative. Il rogo, domato da numerose squadre dei vigili del fuoco impegnate nelle operazioni di spegnimento per oltre un’ora, ha coinvolto…

Migranti, rivolta al centro rimpatri di Torino: agente ferito

Rivolta nel Cpr (Centro di permanenza per i rimpatri) di Torino. Un poliziotto è stato ferito alla mano: il referto medico parla di trenta giorni di prognosi. È successo l’altra notte. Un marocchino, con precedenti per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, secondo quanto si apprende da fonti del Viminale, è stato arrestato. “Un ispettore…

Migranti, rivolta Cpr di Torino: incendiati mobili e materassi

foto archivio Gli ospiti del Cpr (centro di permanenza e rimpatrio di Torino), hanno inscenato una forte protesta all’interno della struttura di via Santa Maria Mazzarello, a causa del decesso di un bengalese di 32 anni. Come riportato dalla stampa locale, la morte del 32enne Sahid Mnazi sarebbe avvenuta durante la scorsa notte, ma il…

Rivolta Cpr Torino, tunisini accusati di incendio aggravato

Centro di permanenza e rimpatrio di corso Brunelleschi. Per loro, un gip del Tribunale ha disposto la misura cautelare della custodia in carcere

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi