Senatore grillino chiama le sardine: “Uniamoci contro Salvini”

Condividi

 

Emanuele Dessì scatenato contro Luigi Di Maio e Beppe Grillo. È nato da lui l’hashtag #iosonounrompico******, dopo che il comico genovese – in occasione dell’incontro con il ministro degli Esteri – aveva sbottato: “Il capo politico è Gigi, non rompete i c*******”.

E perciò si è sentito chiamato in causa poiché rappresenta uno dei tanti che ha contestato e continua a mettere in discussione l’operato dell’ex vicepremier: “Gli uomini soli al comando, nei gruppi come il nostro, non funzionano. Non mi piaceva Berlusconi, non mi piaceva Renzi, non mi piaceva Salvini… ma in quel ruolo non piace neanche Luigi di Maio”. Ma ora si aggiunge anche un altro elemento: il contatto cercato con le sardine.



“Uniti contro la destra razzista”Come riportato da Italia Oggi, il senatore pentastellato ha strizzato l’occhio al neomovimento: “Se da una parte abbiamo una destra razzista, coi manifestanti di Casapound che sfilano festosi tra due ali di folla di destra plaudente che gli accoglie nella loro pancia, dobbiamo guardare dall’altra parte e qui c’è oggi il movimento delle sardine che pensa al futuro e persegue la partecipazione”.

E dunque cosa dovrebbe fare il M5S? “Noi dobbiamo essere lì con loro e costruire un’area politica di sinistra che sappia distinguersi dal vecchio modo di fare politica”. E sul suo profilo Facebook pochi giorni fa, allegando una foto delle sardine, aveva scritto: “Questa è la piazza che si ribella all’onda razzista e retrograda targata Salvini e Lega, questa è la mia piazza, questo è il popolo di cui faccio parte. Grazie Bologna”. […]

www.ilgiornale.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -