Stati Generali sulla Tutela dei Minori, dichiarazioni dei Relatori

Condividi

 

Aspettando

“Gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori”

(Roma, 8 novembre 2019, ore 9.00 – 17.00
presso l’Ambasciatori Palace Hotel, Via Veneto, 62 – Roma)

Nell’attesa dell’evento “Gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori” – appuntamento fondamentale tra quanti hanno il massimo interesse, l’esperienza e l’autorevolezza, per parlare in merito alla Tutela dei Minori – abbiamo raggiunto alcuni tra i Relatori, che hanno rilasciato volentieri una dichiarazione.

Tra essi – in rigoroso ordine alfabetico – la Dott.ssa Maria Gabriella Mieli (Vice Presidente WFWP), l’Avv. Francesco Miraglia, la Dott.ssa Stefania Petrera (Giudice Onorario),  l’Avv. Carlo Taormina.

Ecco alcuni passaggi significativi delle loro parole:

Maria Gabriella Mieli (Vice Presidente WFWP Italia – Federazione delle Donne per la Pace nel Mondo):

«La cosa importante che si sta facendo è, prima di tutto, il lavorare all’interno delle Famiglie, per aiutarle a risolvere i propri problemi e per tutelare i Minori.

Ciò che condividiamo profondamente è questa esigenza di lavorare insieme con tante Organizzazioni, per sollecitare le Istituzioni a prendere posizione; e ad  agire in maniera tale da non essere costretti ad intervenire in emergenza, ma creando un ambiente per cui le Famiglie e i Minori siano sostenuti e protetti.

Organizzare gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori permette di metterci al servizio – ognuno di noi, con le proprie competenze e capacità – per sbloccare situazioni bloccate e agire dove ve ne sia necessità.

Sarebbe importante che fosse un evento itinerante. È molto sensato che si parta da Roma, dove sono le Istituzioni che devono legiferare e prendere provvedimenti per cambiare Regole che non proteggono e non sostengono.

Ma è giusto che si facciano eventi simili anche nelle altre località, perché le Istituzioni locali possano agire di conseguenza e lavorare insieme per questo».

 

Avv. Francesco Miraglia (Esperto di Diritto Minorile):

«”Gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori” rappresentano un evento davvero molto importante. Prima di tutto perché accoglie i Professionisti che si occupano dei casi, poi dà voce alle Associazioni ma soprattutto mette in primo piano le Famiglie, che sono tristemente le protagoniste di questa vicenda.

Un elemento determinante che emergerà da tale confronto sarà il fatto che le proposte e le testimonianze dovranno servire al Legislatore per prendere cognizione della portata di questo problema. Un problema che, fino ad ora, è stato riconosciuto come tale ma in tono minore.

Ora non si può più rimandare la presa di coscienza della gravità del fenomeno».

 

Stefania Petrera (Giudice Onorario):

«”Gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori” saranno l’occasione ideale per presentare le Linee Guida che l’INPEF ha messo a punto per intervenire a supporto delle Famiglie in difficoltà.

Con un approccio Pedagogico Familiare che investa sulla progettazione di interventi efficaci, senza prevedere misure che portino alla sospensione della Responsabilità Genitoriale; perché la Pedagogia Familiare – e l’educazione in genere – agiscono su categorie temporali lunghe.

E, per realizzare l’obiettivo che l’INPEF si propone attraverso la divulgazione delle Linee Guida, prima di tutto bisogna puntare sulla formazione degli operatori che intercettano i bisogni di sostegno e devono poter essere orientati a reperire le risorse – magari in forma potenziale – di quella Capacità Genitoriale che appare temporaneamente offuscata».

 

Avv. Carlo Taormina:

«In questo momento, è importante fare delle proposte sul piano strettamente istituzionale. Abbiamo un sistema – come quello imperniato sui Tribunali dei Minori – nel quale c’è da dire con chiarezza che le principali responsabilità sono dei Magistrati che li presiedono. Sia per la parte giurisdizionale che per la parte che riguarda i Pubblici Ministeri.

C’è una incuria totale e colpevole, che affonda le radici in una situazione vecchia e inadeguata. E spesso nemmeno applicata.

L’obiettivo è quello di ribaltare il Sistema dei Tribunali com’è ora.

C’è stato un tentativo di abolire i Tribunali Minorili, creando una sorta di accorpamento con i cosiddetti “Tribunali della Famiglia”. E sarebbe stato già un tentativo importante, perché questo sradicamento dei Tribunali dei Minori dalle Istituzioni Giudiziarie Ordinarie è veramente pericoloso. Fa sì che ci sia una Giurisprudenza a parte, un modo particolare di comportarsi, pratiche particolari nella gestione degli uffici, de-assiali rispetto alle necessità.

Questo tentativo non è andato in porto e sono rimaste delle strutture ottocentesche che creano disagio e male per i Minori».

Appuntamento, dunque, a Roma presso l’Ambasciatori Palace Hotel – Via Veneto, 62 – l’8 novembre, dalle ore 9.00 alle ore 17.00, per “Gli Stati Generali sulla Tutela dei Minori”.

Per informazioniufficiostampa.inpef@gmail.com Tel. 06-5811057 Cell. 329 9833862

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -