Matteo Renzi pronto a lasciare il Pd: ecco chi lo seguirà

Condividi

 

E’ tutto pronto per la scissione di Matteo Renzi con il Pd, pure il logo. Anche se per ora è segreto. La svolta potrebbe arrivare addirittura prima della Leopolda del 19 ottobre, creando così due nuovi gruppi in Parlamento. Ad oggi sono 18 i deputati e 6 senatori pronti a seguire l’ex premier in questa nuova avventura, che potrebbe condurre a breve a fondare anche un nuovo partito.

L’accelerazione è arrivata – come riferisce Il Corriere – dopo che Renzi non è riuscito a incassare quanto chiedeva: 5 tra viceministri e sottosegretari (solo 2 alla fine: Anna Ascani e Ivan Scalfarotto), dopo aver ottenuto i dicasteri di Famiglia e Agricoltura.



A Montecitorio, per creare un nuovo gruppo, servono almeno 20 deputati. Per ora il pallottoliere – prosegue il quotidiano – è arrivato a 18, ma il vicepresidente della Camera Ettore Rosato è impegnato da giorni in una delicata campagna acquisti tra eletti del Misto e, soprattutto, tra gli anti Salvini di Forza Italia: Mara Carfagna è il principale interlocutore. Oltre a Rosato, tra gli scissionisti dem ci sono: Maria Elena Boschi, Silvia Fregolent, Marco Di Maio, Gennaro Migliore, Anna Ascani, Luciano Nobili, Roberto Giachetti, Luigi Marattin e il sottosegretario Ivan Scalfarotto.

A sorpresa potrebbe esserci anche Catello Vitiello, espulso dal M5S prima dell’elezione. Al Senato la partita è un po’ più complicata, perché il regolamento non consente la creazione di un gruppo autonomo. I renziani potranno soltanto formare una componente all’interno del Misto, con la ministra Teresa Bellanova, l’ex tesoriere del Pd Francesco Bonifazi, Davide Faraone, probabilmente Nadia Ginetti ed Eugenio Comincini.  affaritaliani.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -