Juncker: “No idea di stile di vita europeo da opporre a fenomeno migratorio”

Condividi

 

Il premier Giuseppe Conte riunisce a Palazzo Chigi i ministri competenti in materia di immigrazione: il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini e il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli. A quanto si apprende da fonti di governo, la riunione è stata convocata da Conte per far entrare nel vivo il lavoro del nuovo governo sul tema dei migranti.

Intanto continuano le polemiche sulla questione del dossier intitolato ‘Stile di vita europeo’ e affidato da Ursula Von Der Leyen a Margaritis Schinas. “Non ho alcun nuovo nome da comunicare per conto della squadra di transizione”, ha detto la portavoce della Commissione. La presidente eletta è riunita con i commissari designati, “c’è un dibattito in corso, tutti gli argomenti saranno analizzati, ma non è una discussione legata ad un solo titolo o ad un unico portafoglio”.



“Non mi piace l’idea di uno stile di vita europeo da opporsi al fenomeno migratorio. Accettare chi viene da lontano fa parte dello stile di vita europeo”, ha detto il presidente uscente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, durante un’intervista esclusiva a Euronews.

Sui social network si susseguono prese di posizioni anche abbastanza dure da parte di diversi eurodeputati che affilano le armi in vista delle audizioni ai neo commissari che si terranno al Parlamento europeo a inizio ottobre. “Ho detto a von der Leyen che la diversità e i valori dell’Ue dovrebbero essere chiari nel titolo del portafoglio di Schinas – ha scritto in un tweet il leader di Renew Europe, Dacian Ciolos. “Proteggere il nostro stile di vita europeo è al tempo stesso fuorviante e confuso e la formulazione deve cambiare”, ha precisato. ANSA



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -