Immigrazione clandestina, Open Arms passa agli insulti: “miserabili”

Condividi

 

Sedicesima notte a bordo per i 107 migranti rimasti sulla Open Arms dopo lo sbarco dei 27 presunti minori di sabato pomeriggio a Lampedusa che sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola.  Open Arms, 8 dei ”minori” hanno confessato di essere maggiorenni

E c’è attesa per gli sviluppi dell’inchiesta della Procura di Agrigento che indaga per sequestro di persona e violenza privata: si attendono gli esiti dell’ispezione seguita sabato sera, terminata poco prima delle 22, dal medico della Sanità marittima con gli uomini della Squadra Mobile e della Guardia costiera. Per ora, ma il quadro potrebbe mutare in giornata, l’inchiesta è contro ignoti.  Open Arms, medico smonta la balla: i migranti sbarcati stavano tutti bene



IL TWEET – “Giorno 17. Miserabile. Miserabile è chi utilizza 107 esseri umani ‘senza nome’ e dei voluntar come ostaggi per fare propaganda xenofoba e razzista – denuncia su Twitter Open Arms -. Complici, tutti quelli che lo permettono e si prendono gioco del loro dolore”.

La decisione di far sbarcare i presunti minorenni è stata imposta al ministro degli Interni dal premier Giuseppe Conte. Lo stesso Salvini ha scaricato la responsabilità su Palazzo Chigi, precisando che si tratta comunque di un “precedente pericoloso“. “Mentre altri cedono, la mia posizione non cambia – spiegava Salvini -. E come i presunti malati non erano malati sono curioso di vedere i presunti minori…”. Il riferimento è alla polemica innescata dal medico di Lampedusa che, dopo aver visitato i migranti fatti scendere per emergenza sanitaria nei giorni scorsi, ha sottolineato come gli stessi godano in realtà di buona salute e solo uno dei 13 migranti visitati sia affetto da una semplice otite.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -