Puglia Pd, primato in Regione: stipendi dei dirigenti +25% in tre anni

Condividi

 

BARI – Le retribuzioni medie dei dirigenti della Regione sono aumentate in tre anni del 25%. A dirlo è la Corte dei conti nel rapporto annuale sulla spesa del personale negli enti territoriali, che affida alla Puglia il primato italiano degli aumenti, se si eccettua il piccolo Molise.

Nel 2015, secondo i dati della Ragioneria generale dello Stato, la Regione spendeva 12,1 milioni per le retribuzioni di 142 dirigenti con uno stipendio medio lordo di 85mila euro. Nel 2017, a fronte di 130 dirigenti, la spesa totale è cresciuta a 13,9 milioni con una retribuzione media pari a 107mila euro: non la più alta in assoluto, per quanto decisamente maggiore della media nazionale dei dirigenti regionali (94.000 euro lordi), ma con 22mila euro medi di aumento in un triennio che rappresentano un dato unico.



È vero che nel corso di 2015 e 2016, per una serie di problemi legati all’attuazione di quanto previsto dai contratti collettivi, la Regione non ha di fatto erogato le retribuzioni di risultato dei dirigenti (la quota dello stipendio relativa al raggiungimento degli obiettivi), ma è anche vero che il «bonus» ammonta al 18% del totale degli stipendi.

Tutto questo avviene mentre la stessa Regione ha tagliato sugli stipendi degli altri dipendenti, che nello stesso triennio sono scesi del 4,79%.[…]

Leggi il seguito su  www.lagazzettadelmezzogiorno.it  »»



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -