ONU: i tunisini che sono in Italia investano in Tunisia. E l’Italia paga

Condividi

 

TUNISI – L’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim-ONU) in Tunisia ha tenuto una sessione informativa a Zarzis, nel governatorato di Medenine, per presentare il progetto “Hajtibik ija na3mlou Affare” (Ho bisogno di te, vieni a fare affari), lanciato un anno fa e finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics), un progetto triennale rivolto ai governatorati di Médenine, Tataouine, Jendouba ed El Kef, con scopo di incoraggiare i tunisini residenti in Italia a investire e stabilire partenariati in queste regioni.

Questo progetto, dal costo totale di 2,9 milioni di euro, mira anche a creare posti di lavoro” ha affermato Boubaker Bouricha, project manager di Hajtibik. Vari incontri con tunisini residenti in Italia hanno preceduto lo sviluppo di questo progetto. Una mappa della loro distribuzione geografica sarà fornita in una fase successiva, oltre alla preparazione di un database di domande dei capi progetto e alla selezione di settanta progetti secondo criteri prestabiliti.



I progetti selezionati riceveranno supporto e formazione per un anno per i loro promotori, oltre all’organizzazione di riunioni di partenariato e sovvenzioni da parte dell’Oim. Ulteriori incontri informativi saranno organizzati negli altri tre governatorati interessati da questo progetto.  ANSAMED



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -