Rapina in provincia di Firenze, commerciante massacrato da tre stranieri

Condividi

 

Un commerciante originario di Sanza è stato massacrato di botte e rapinato mentre lavorava in una ferramenta, a Barberino del Mugello, in provincia di Firenze. Il fatto è accaduto nel pomeriggio di lunedì 13 maggio. Questa mattina l’uomo ha postato le proprie foto in ospedale con il volto insanguinato e s’è lasciato andare a un lungo sfogo.

La vittima dell’aggressione si chiama Massimo Castella. Tre rapinatori di origine straniera lo hanno pestato selvaggiamente ed hanno tentato di strangolarlo. Casella ha incontrato anche il vicepremier Matteo Salvini che gli ha espresso la sua solidarietà in un video.



L’uomo ha riportato: Frattura postero-laterale X costola, fratture a più rime scomposta e affossata dell’arcata zigomatica destra, fratture delle ossa nasali proprie e infrazione della spina nasale anteriore, infrazione della parete posteriore del seno mascellare sinistro, frattura del sacro a livello del terzo superiore di S4, coinvolgente arco anteriore e posteriore, contusione polmonare sinistra, suture per ferite alle labbra, alla base del naso, frontale e alla testa, ecchimosi al torace e al collo, evidenti segni di strangolamento.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -