Roma: casa popolare a famiglia di Rom croati. Residenti sul piede di guerra

Condividi

 

Un’altra casa popolare assegnata dal Comune di Roma a una famiglia rom, questa volta in via Schopenhauer a Casal de’ Pazzi, in zona Talenti, e il quartiere prepara la protesta, guardando alle rivolte di Casal Bruciato. A dare la notizia sono gli stessi residenti delle case Ater di via Schopenhauer che sabato hanno visto arrivare una famiglia di 9 persone, padre, madre, cinque figli e due anziani genitori della donna.

Alla famiglia è stato assegnato un appartamento nell’edificio G, al civico 66 di via Schopenhauer. “Si tratta anche in questo caso di un secondo piano, 4 stanze, salone e due bagni assegnato a una famiglia che ha detto di essere croata.



E’ uno scandalo – dicono i residenti – con due anni d’attesa sono dentro casa e gli italiani aspettano una vita, con la storia delle graduatorie privilegiate dai 18 punti in più, i rom ci passano avanti anche quando noi ne abbiamo più diritto”. L’assegnazione dell’Ater il 3 maggio. La determina del Comune il 20 marzo scorso.

www.iltempo.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -