Marocchino tenta di investire Cc e sperona un’altra pattuglia: arrestato

Condividi

 

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Ha cercato di investire i carabinieri che lo avevano fermato per un controllo stradale, poi è scappato speronando una seconda pattuglia prima di essere fermato dopo alcuni chilometri di manovre spericolate. In manette un uomo di 26 anni, Mounir Essadik, cittadino marocchino domiciliato a Gattatico, ma di fatto – sostengono i militari – senza fissa dimora.

Come scrive  il giornale locale reggionline.com, l’uomo ha dato l’impressione di fermarsi all’alt con la sua Citroen C3, tra le frazioni di Bettolino e Bernolda, poi ha accelerato rischiando di investire i militari. Uno dei due, per evitare l’impatto, è caduto a terra ferendosi (medicato, è stato poi dimesso dal pronto soccorso del Santa Maria Nuova di Reggio con una prognosi di 5 giorni).



Lo straniero è quindi scappato, arrivando a imboccare contromano via Caldirana a Novellara. E’ stato intercettato da una seconda pattuglia, con a bordo il comandante della stazione, colpita alla fiancata destra. L’uomo è stato fermato pochi chilometri più in là.

I carabinieri hanno sequestrato i 500 euro che aveva in tasca e il suo telefono cellulare. Immediato l’arresto. L’uomo – che non ha spiegato i motivi del suo comportamento è stato anche denunciato per false indicazioni sulla propria dimora (ha indicato una abitazione di Gattatico occupata in realtà da un connazionale). I militari hanno avviato le pratiche per l’emissione a suo carico di un foglio di via obbligatorio per tre anni dal comune di Novellara.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -